Utenti Android a rischio privacy: Google conosce le nostre password WiFi

Vi siete mai chiesti come faccia il nostro dispositivo Android, in seguito a un ripristino riesca ad accedere automaticamente alla nostra rete WiFi domestica?
Semplicemente perchè la funzione di backup inclusa in Android invia tutti i dati personali, tra cui le password WiFi, sui server di Google in attesa di un futuro utilizzo.

2012.10.06-12.43.31[1]

Certo la funzione di backup per tutti gli smartphone Android offerta dal colosso di Mountain View risulta molto comoda, ma mette a rischio la nostra privacy. Si stima infatti che Google, considerando che nel mondo sono stati venduti oltre un miliardo di smartphone e tablet Android, potenzialmente possa essere in possesso di oltre un miliardo di password, ottenute direttamente con l’aiuto di tutti gli utenti che hanno attivato la funzione backup sul proprio dispositivo.

A partire dalla versione 2.2 di Android, la funzione di backup dei propri dati personali quali rubrica, calendari e settings, è attivata per default.
Solo recentemente, con Android 4.2, Google ha specificato che la password WiFi viene memorizzata online insieme ad altri dati come rubrica, segnalibri e lista delle applicazioni installate.

[banner]

Questo aspetto assume molta importanza alla luce dello scandalo PRISM. Il governo degli Stati Uniti potrebbe chiedere a Google di consegnare i dati degli utenti, comprese le password in chiaro.
Sarebbe quindi molto semplice accedere alle reti WiFi private senza nessun tipo di backdoor ed anche il protocollo WPA2 risulterebbe quindi inutile.

Al momento l’unica soluzione è cambiare la password della propria rete domestica e disattivare la funzione di backup sul proprio dispositivo in modo da eliminare tutti i propri dati salvati sui server di Google.

Enjoy!!

1 commento

  1. Avatar

    Fantastic read, I changed template on my website and then the serps had a huge drop
    Utenti Android a rischio privacy: Google conosce le nostre password WiFi – The latest addition to my weekly read!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.