[GUIDA] Pantheon: aggiungere il supporto a Deja-dup

E rieccomi qui a parlare di elementaryOS (per chi non lo conoscesse, cliccando qui verrete reindirizzati al sito ufficiale), in particolare del suo file manager: Pantheon-files.

Deja-Dup2

Con questa guida vi spiegherò passo passo come aggiungere le voci “Ripristina i file mancanti” e “Ripristina ad una versione precedente” al menù contestuale di Pantheon. Per queste funzioni di ripristino utilizzeremo Deja-dup, nota applicazione per la gestione dei backup da tempo preinstallata nei sistemi Ubuntu.
Ma perchè proprio questa applicazione? Dovete sapere che elementaryOS nasce senza alcun programma per la gestione dei backup preinstallato. Ne esistono di diversi, da TimeShift (che personalmente ho usato per mesi, semplice e comodo), a Clonezilla che permette di creare dei veri e propri cloni del vostro hard disk, fino ad arrivare al nostro Deja-dup, a mio avviso molto comodo, facile da utilizzare e curato anche nella veste grafica.
La principale caratteristica di questa applicazione è la possibilità di caricare i backup sul cloud (Ubuntu One).

Ma ora torniamo a noi. Come vedrete tra poco il procedimento è identico a quello seguito per aggiungere le voci per aprire file o cartelle come “root” (qui per la guida), cambiano solo il contenuto dei files.

[banner]

Per prima cosa apriamo una finestra di pantheon con i privilegi di Amministratore e spostiamoci nella cartella /usr/share/contractor.
Creiamo ora un nuovo file e rinominiamolo in dejadup-restore.contract, apriamolo e incolliamoci questo codice:

[Contractor Entry]
Name=Ripristina i file mancanti nella cartella
Icon=edit-find
Description=Ripristina i file mancanti nella cartella usando Deja-dup
MimeType=inode/directory
Exec=deja-dup –restore-missing %U
Gettext-Domain=deja-dup

Salviamo con Ctrl + S e chiudiamo.

Allo stesso modo creiamo un secondo file rinominandolo in dejadup-revert.contract e inseriteci questo codice:

[Contractor Entry]
Name=Ripristina ad una versione precedente…
Description=Ripristina ad una versione precedente con Deja-dup
Icon=edit-find
MimeType=application/octet-stream
Exec=deja-dup –restore %U
Gettext-Domain=deja-dup

E la guida è finita! Ora premendo il tasto destro in qualsiasi cartella troverete queste due opzioni che vi permetteranno con facilità di “tornare sui vostri passi“.

Enjoy!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.